Filemone 1-7

La creativit del bene

Non sono lusinghevoli parole di circostanza, quelle che l'Apostolo scrive a Filemone, ma l'espressione sincera di riconoscenza verso Dio per ci che Egli ha operato e sta operando in quest'uomo che, probabilmente, Paolo stesso ha condotto alla fede in Cristo. Mettere in evidenza i suoi tratti lodevoli e positivi, una maniera di promuoverli ulteriormente, e gi questo dovrebbe insegnarci molto sull'atteggiamento che dobbiamo avere verso i nostri fratelli e sorelle in fede che, talvolta, noi siamo pi disposti a criticare che a lodare

1) Iddio ha comunicato a Filemone la fede, la cui autenticit risalta proprio dall'amore che egli dimostra verso il Signore Ges e la fratellanza cristiana intera, cos generoso da essere divenuto cosa di cui la gente parla con ammirazione! Diamo motivo alla gente di parlare di noi con ammirazione, oppure di noi solo "si sparla"?

2) Filemone ha reso disponibile la sua casa per ospitare le riunioni della comunit cristiana di Colosse (cfr. Cl. 4:9). E' una gran benedizione quando, in una localit priva di testimonianza evangelica, una famiglia di credenti mette a disposizione la propria abitazione come centro locale d'irradiazione dell'Evangelo e luogo dove fede ed amore sono coltivati alla gloria di Dio: essa pu diventare un "locale di culto" persino pi efficace di un edificio apposito.

3) L'Apostolo prega affinch, edificandole proprio su queste solide basi, Iddio faccia conoscere a Filemone, tutte le potenzialit di crescita dell'Evangelo, "tutto il bene che noi possiamo compiere", e che sempre molto pi grande di quanto noi si possa immaginare. Chiediamo a Dio che, allo stesso modo, noi si possa scoprire "la creativit del bene".

4) Una simile situazione incoraggiante e consolante per "il cuore dei santi" sulla terra (ma non solo!). Quanto bisogno abbiamo di testimonianze positive di chiese "che davvero funzionano" alla gloria di Cristo! E' cos la nostra?

 


Sezione biblica - Brevi commenti al Nuovo Testamento  - _